> Home > Commercio - Esercizi di Vicinato > Esercizi di Vicinato > SCIA subingresso / cessazione / sospensione


Esercizi di Vicinato Comunicazione subingresso / cessazione / sospensione

UfficioAttività Produttive - SUAP
Procedimenti collegatiGuida Ai Versamenti
DefinizioneSono esercizi di vicinato quelle attività che utilizzano una superficie netta di vendita minore o uguale a mq. 100, 150 e 250, a seconda della zona Urbanistico Commerciale in cui si trovano collocati sia che appartengano al settore alimentare sia al non alimentare.
In applicazione degli indirizzi e criteri di programmazione commerciale ed urbanistica fissati dalla Regione Liguria con Deliberazione del Consiglio Regionale n.31 del 17/12/2012 modificata dalla Deliberazione di Consiglio Regionale n. 31 del 18/11/2014, nelle zone Urbanistiche classificate o riconducibili alla Zona Omogenea ''A'' di cui al DM. 1444/1968 il limite dimensionale massimo degli esercizi di vicinato è: mq. 100 per le attività appartenenti al settore alimentare e mq. 150 per quelle del settore non alimentare. Per le attività miste (alimentari e non alimentari) il limite massimo è di mq. 150 di superficie di vendita complessiva di cui mq. 100 limite massimo per il settore alimentare.

RequisitiPer l´esercizio dell´attività commerciale è richiesto il possesso del ''requisito morale'' e, limitatamente al settore alimentare, del ''requisito professionale'' (art.71 D.Lgs. 59/2010).

Il requisito morale deve essere posseduto:
- per le ditte individuali dal titolare;
- per le società dal legale rappresentante e da tutti i soci amministratori.

I requisiti professionali devono essere posseduti:
- per le ditte individuali dal titolare o da persona preposta;
- per le società dal legale rappresentante o da persona preposta

Modalità di presentazioneSUBINGRESSO IN ESERCIZIO DI VICINATO (art. 132 L.R. nesimo 1/2007):

Il subentrante deve presentare comunicazione di trasferimento della gestione al Comune sede dell´esercizio; il modello che si deve utilizzare è quello approvato dalla Giunta Regionale con deliberazione n. 476 del 16/06.2017 comprensivo di scheda anagrafica.

La comunicazione deve essere presentata prima di iniziare l´attività e comunque entro 60 giorni dalla data dell´atto di trasferimento per non incorrere nelle sanzioni di cui all´art. 144 della L.R. 1/2007.

CESSAZIONE DEFINITIVA DI UN ESERCIZIO DI VICINATO (art. 137 L.R. nesimo 1/2007):

Per la chiusura definitiva di un esercizio commerciale deve essere presentata comunicazione al Comune compilando il modello approvato dalla Giunta Regionale con deliberazione n, 476 del 16/06/2017 comprensivo di scheda anagrafica.

SOSPENSIONE TEMPORANEA DI UN ESERCIZIO DI VICINATO (art. 26 L.R. 1/2007)

La sospensione temporanea dell'attività deve essere comunicata preventivamente al Comune utilizzando la modulistica approvata dalla Giunta Regionale n. 476 del 16/06/2017.

Cosa allegareLa documentazione da allegare è quella indicata nella modulistica stessa.

Riferimenti di LeggeLegge Regione Liguria 1/2007 e successive modifiche.
Deliberazione Consiglio Regionale numero 31 del 17 dicembre 2012 modificata ed integrata con Deliberazione n. 31/2014
Estratto dal decreto Bersani sulla disciplina del commercio su aree private.
Art. 71 D.Lgs. n. 59 del 26.03.2010
Allegati
img_20Comunicazione cessazione - sospensione
img_21Notifica di registazione sanitaria
img_22PROCURA DIGITALE
img_23Comunicazione subingresso